Strozzapreti con spada e melanzane

Strozzapreti con spada e melanzane

Strozzapreti con spada e melanzane

Se cercate una ricetta d’effetto, buonissima e che sappia d’estate e di mare, allora questi strozzapreti con spada e melanzane sono quello che fa al caso vostro. Io ho utilizzato una pasta fresca fatta in casa, ma se non volete perdere troppo tempo potete utilizzare anche la pasta già pronta, scegliendo il formato che più vi piace.

Il piatto si può considerare completo, comprende infatti una cospicua quantità di carboidrati e proteine, una buona percentuale di grassi polinsaturi, e anche le calorie sono sufficienti per un intero pasto. Allora eccovi subito la ricetta… [visualizer id=”1527″]

Ingredienti per 2 persone:

  • 140 g di farina di grano tenero
  • 40 g di semola di grano duro
  • 2 uova medie
  • 200 g di pesce spada
  • una piccola melanzana
  • pomodorini q.b.
  • olio di arachidi per friggere q.b.
  • olio evo q.b.
  • menta e prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

 

Preparazione

  1. Mescolate le due farine e formate una fontana su una spianatoia. Mettete al centro le due uova e impastate fino a formare una palla omogenea. Copritela con la pellicola e lasciate riposare almeno mezz’ora.
  2. Trascorso il tempo necessario, stendete l’impasto e tagliatelo a strisce lunghe come fossero tagliatelle (potete usare la macchina apposta). Tagliatele della lunghezza desiderata, dopodiché arrotolate tra le mani una ad una le tagliatelle ottenute, facendole scorrere tra le mani.
  3. Lavate la melanzana, eliminate parzialmente e grossolanamente la buccia, tagliatela a dadini e friggetela. Tagliate a listarelle anche un po’ della buccia e friggete anche quelle, serviranno per la decorazione alla fine.
  4. Tagliate a dadini il trancio di pesce spada e rosolatelo in una padella. Dopo qualche minuti aggiungete dei pomodorini tagliati a metà o a quarti.
  5. Nel frattempo portate a ebollizione l’acqua. Salatela e cuocete un paio di minuti gli strozzapreti. Scolateli e fateli saltare qualche secondo insieme al pesce spada e ai pomodorini, aggiungendo le melanzane a dadini.
  6. Impiattate e decorate con le bucce di melanzana fritte.

 

 La Betta consiglia: Falanghina beneventana selezione Fuoco 2014 S. Paolo

 

Curiosità

Il pesce spada è un alimento ricercato per la qualità delle sue carni e la versatilità delle preparazioni possibili. Per caratteristiche nutrizionali è simile alla carne di bovino, ma i grassi sono per lo più polinsaturi, quindi più salutari. Tuttavia bisogna fare attenzione a non eccedere col consumo per la presenza di mercurio nelle sue carni.

Quando lo acquistate l’odore deve essere di mare, piacevole e non di ammoniaca, la polpa compatta e rosata, e se provate a schiacciarla con un dito, deve essere elastica e non deve rimanere l’impronta. Per assicurarvi che si tratti di pesce spada e non di pesce simile meno pregiato (es. verdesca) se non è esposta la testa, potete osservare la carne ai lati della vertebra: se presenta delle righe più scure che formano una “X” si tratta di vero pesce spada.

Precedente #Boccaccidamare N.3 - Riso con edamame e gamberoni Successivo #Boccaccidamare N.4 - Insalata greca con farro