Spaghetti con baccalà, olive, pomodorino giallo e polvere di capperi

DSCN5561ccg Spaghetti con baccalà, olive, pomodorino giallo e polvere di capperi Feste & Ricorrenze Pasta Pasta secca Primi di mare Primi piatti  pomodorino giallo polvere di capperi olive cucina con giò capperi baccalà
Spaghetti con baccalà, olive, pomodorino giallo e polvere di capperi

Spaghetti con baccalà, olive, pomodorino giallo e polvere di capperi

Uno degli ingredienti principe delle tavolate natalizie è il baccalà. Che lo facciate fritto, in umido, in olio cottura, al forno con le patate o con la pasta il risultato è sempre un piatto fantastico. Oggi io ve lo propongo con la pasta, in particolare un piatto di spaghetti con baccalà, olive, pomodorini gialli e polvere di capperi. Una ricetta semplice, veloce da preparare, abbastanza leggera (che non è male considerando il periodo festivo) e dai sapori mediterranei meravigliosi, che sorprenderanno senza dubbio anche amici e parenti!

spaghetti-gialli-baccala Spaghetti con baccalà, olive, pomodorino giallo e polvere di capperi Feste & Ricorrenze Pasta Pasta secca Primi di mare Primi piatti  pomodorino giallo polvere di capperi olive cucina con giò capperi baccalà

Ingredienti per 2 persone:

  • 150 g di spaghetti quadrati
  • 150 g circa di filetto di baccalà ammollato e dissalato
  • 200 g di datterino giallo in succo (io ho usato Così Com’è)
  • olive di Gaeta (o kalamata) q.b.
  • polvere di capperi q.b.
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  1. Pulite bene ed eliminate le eventuali lische presenti nel baccalà. Rosolatelo in una padella con un filo d’olio evo, quindi sfumate col vino bianco, aggiungete i datterini gialli e qualche oliva privata del nocciolo e tagliata e pezzetti.
  2. Nel frattempo portate a bollore una pentola d’acqua e cuocete gli spaghetti, scolandoli due o tre minuti prima del tempo indicato sulla confezione.
  3. Non fate cuocere troppo il baccalà per evitare che si secchi. Sarà cotto quando riuscirete a sfaldarlo senza fatica.
  4. A questo punto unite gli spaghetti al sugo, regolate di sale (facendo attenzione, poiché molti ingredienti apportano già sapidità al piatto) e terminate la cottura della pasta per 2-3 minuti, aggiungendo se necessario qualche mestolo dell’acqua di cottura.
  5. Spegnete quindi la fiamma, mescolate bene gli spaghetti, e impiattateli spolverizzandoli con la polvere di capperi.

Per la polvere di capperi:

  • Tenete in ammollo qualche ora i capperi sotto sale per eliminare il sale in eccesso. Asciugateli e fateli essiccare in forno a 60°C per alcune ore, finché non saranno completamente secchi. Frullateli quindi per ricavarne una polvere che potete conservare e utilizzare quando necessario al posto dei capperi.

 

La Betta consiglia:  Etna bianco 2016 Cottanera

 

Precedente Risotto all'amatriciana Successivo Pasta e patate cremosa con provola e pancetta

Lascia un commento

*