Jacket potato con stinco di maiale e sfere di mela e zenzero

20180114_024202-1 Jacket potato con stinco di maiale e sfere di mela e zenzero Gourmet Secondi di carne Secondi Piatti  zenzero stinco di maiale stinco sfere pulled pork patate patata con la buccia patata mela maiale jacket potato cucina con giò
Jacket potato con stinco di maiale sfilacciato, e sfere di mele e zenzero

Jacket potato con stinco di maiale sfilacciato

Uno dei miei street food preferiti quando vado a Londra è senza dubbio la jacket potato. Mi piace il calore che riesce a dare, la sua consistenza ed il sapore ricco. Oggi ho cercato di riprodurla in versione più “gourmet”, anche grazie al twist di gusto che viene dato dall’esplosione in bocca delle sfere di mela e zenzero. Ho trovato questo prodotto alla Lidl e devo dire che è riuscito a portare questa ricetta ad un livello superiore, grazie letteralmente a un’esplosione di freschezza. Mela e zenzero si sposano secondo me alla meraviglia con la carne di maiale e la sua salsa di cottura. L’insieme poi risulta succulento, burroso, e si scioglie in bocca lasciando un sapore davvero fantastico.

 

Ingredienti per due persone:

  • 2 patate
  • uno stinco di maiale
  • sfere di mela e zenzero (Deluxe da Lidl Italia)
  • una costa di sedano
  • una carota
  • una cipolla
  • vino rosso q.b.
  • insalata mista q.b.
  • burro q.b.
  • paprika affumicata q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
  • olio q.b.

Preparazione

  1. Massaggiate la superficie dello stinco con sale, pepe e paprika.
  2. In una casseruola mettete le verdure a secco e fatele bruciacchiare. Aggiungete quindi del burro e rosolate lo stinco, sigillandolo e imbrunendone ogni lato. Sfumate col vino, aggiungete dell’acqua calda sul fondo (circa un terzo dell’altezza dello stinco).
  3. Coprite con carta argentata ed infornate a 150°C per un paio d’ore (o finché la carne si sfilaccerà senza alcuna fatica), facendo attenzione che non si asciughi la parte liquida.
  4. Lavate le patate, asciugatele e massaggiatele con olio e sale. Mettetele in una teglia e fate cuocere in forno caldo a 180°C per circa un’ora (dipende dalla grandezza della patata). Così facendo dovreste ottenere una patata con la buccia croccante e l’interno morbido.
  5. Nel frattempo, togliete lo stinco dal forno, filtrate la salsa di cottura e riducetela fino ad ottenere la consistenza desiderata. Se preferite, potete anche frullare le verdure, passarle ad un colino ed ottenere una salsa più densa da diluire a seconda del gusto.
  6. Sfilacciate lo stinco e conditelo con la salsa ottenuta, tenendo da parte qualche cucchiaio di gravy (fondo di cottura).
  7. Tagliate la parte superiore della patata ancora calda. cospargete con del burro e sale, versate parte della salsa gravy tenuta da parte.
  8. Aggiungete lo stinco sfilacciato, finite con le sfere di mela e zenzero e servite insieme ad un’insalata mista condita con olio e sale.

 

La Betta consiglia: Montepulciano Torre dei beati

 

Precedente Risotto al nero di seppia con gamberi cotti e crudi Successivo Gnocchi con crema di zucca, salsiccia e cardoncelli