Gnocchi al sugo di maiale

Gnocchi al sugo di maiale

Gnocchi al sugo di maiale

Chi l’ha detto che si mangiano solo di giovedì? Io li mangerei ogni giorno della settimana!!! Pronti per un classico dalla bontà sopraffina? Allora ridete… che oggi facciamo gli gnocchi. Preparare gli gnocchi in casa può sembrare facile, ma si tratta di un piatto ricco di insidie. Per prima cosa dovete fare attenzione alla scelta delle patate, che devono contenere meno acqua possibile. Quindi sono preferibili patate di montagna, o anche patate vecchie che hanno poca acqua e più amido. Evitate quelle novelle. Io poi preferisco farle cuocere nel forno anziché bollirle in acqua, in modo da eliminare il più possibile l’acqua e l’umidità, ma potete anche lessarle. Infine ricordatevi di impastarle quando sono ancora calde, utilizzando quanta meno farina possibile e lavorando poco l’impasto affinché non induriscano dopo la cottura. Se seguirete questi consigli, sono certo che otterrete un risultato meraviglioso… Provare per credere!

Ingredienti per 2 persone:

  • 500 g di patate
  • circa 150 g di farina
  • 500 ml di salsa di pomodoro
  • 1 braciola di maiale
  • 1 fetta di pancetta di maiale fresca
  • 1 salsiccia di maiale
  • vino rosso per sfumare
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • trito per soffritto (cipolla, carota, sedano)

Preparazione

  1. Preparate prima di tutto il sugo. Fate un soffritto, aggiungete le carni di maiale, rosolatele, sfumatele con il vino, e versate la salsa di pomodoro. Abbassate la fiamma al minimo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per un paio d’ore.
  2. Nel frattempo fate cuocere le patate (così come sono) nel forno a 180°C per circa un’ora, o finché saranno cotte (verificate se l’interno è morbido con uno stuzzicadenti). Spellatele mentre sono ancora calde e schiacciatele con lo schiacciapatate.
  3. Allargate la polpa, aggiungete poca farina, quanta ne basta per ottenere un impasto morbido, ma compatto e lavorabile. Meno farina assorbiranno gli gnocchi, più risulteranno morbidi e buoni. Tenete l’impasto che non lavorate coperto con un canovaccio per evitare che si secchi.
  4. Prendete una parte dell’impasto, lavoratelo con le dita per ottenere dei cordoncini spessi un paio di centimetri. Tagliateli poi a tocchetti e passateli sul riga-gnocchi (o sui rebbi di una forchetta) per ottenere la classica forma degli gnocchi.
  5. Portate a bollore l’acqua, versate gli gnocchi. Saranno cotti quando verranno a galla. Scolateli e conditeli col sugo che avete preparato. Spolverizzate col formaggio e servite.

 

La Betta consiglia: Monacello 2015 primitivo Parco dei Monaci

Precedente Bombette pugliesi ai fichi con cime di rapa su crema all'aglio Successivo Tiella barese: riso, patate e cozze