Caserecce con crema di melanzane, pesce spada e peperone crusco

Caserecce con crema di melanzane, pesce spada e peperone crusco
Caserecce con crema di melanzane, pesce spada e peperone crusco

Caserecce con crema di melanzane, pesce spada e peperone crusco

Un’altra ricetta dai sapori mediterranei, in cui la Basilicata incontra la Sicilia e anche un po’ di Campania. Il risultato è un qualcosa di indescrivibile a parole… Per cui il mio consiglio non può che essere quello di provare queste Caserecce con crema di melanzane, pesce spada e peperone crusco. È un piatto ricco di sapore, che non richiede eccessiva fatica o complessità nella preparazione, ma che entusiasmerà le vostre papille gustative. Vi basterà dimenticare per un po’ la melanzana in forno, di modo che otterrete la crema frullandola in un batter d’occhio, e scottare il pesce spada pochissimo, in modo da lasciarlo succulento e morbido. In questo incontro di terre e di sapori vi sembrerà davvero di viaggiare lungo le coste del mare nostrum. E se gradiste anche un twist di freschezza in più, potete anche aggiungere dello zest di limone o di bergamotto. Buon viaggio!!!

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 g di caserecce (o la pasta che preferite)
  • una melanzana
  • un trancio di pesce spada da 200 g circa
  • due o tre peperoni cruschi
  • un tarallo napoletano (sugna e pepe)
  • granella di pistacchi q.b.
  • menta q.b.
  • olio di riso q.b.
  • olio evo q.b.
  • uno spicchio d’aglio
  • polvere di capperi q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

  1. Tagliate la melanzana a metà e fate all’interno delle incisioni trasversali col coltello. Mettetela in forno a 180°C per circa 50 minuti, o finché vedrete che la polpa si staccherà facilmente dalla buccia con un cucchiaio. Sfornate, ricavate tutta la polpa e frullatela emulsionando con l’olio di riso aggiunto a filo, finché otterrete la consistenza desiderata. Regolate di sale e tenete da parte coprendo con pellicola a contatto.
  2. Mettete a rinvenire i peperoni cruschi in acqua.
  3. Nel frattempo portate a bollore una pentola d’acqua per la pasta e cuocetela.
  4. Versate un filo d’olio in una padella, aggiungete l’aglio in camicia e il peperone crusco rinvenuto, asciugato e fatto a pezzi. Unite quindi il pesce spada tagliato a cubetti e fatelo saltare insieme al resto per due o tre minuti.
  5. Unitevi poi la pasta scolata al dente, e mantecate aggiungendo la crema di melanzane.
  6. Togliete dal fuoco e finite di guarnire aggiungendo il pepe, il tarallo sbriciolato, la granella di pistacchi, la polvere di capperi e le foglie di menta.

 

La Betta consiglia: Fiano di Avellino Et. Bianca I Favati 2016

 

Precedente Penne con crema di peperoni, latte di cocco e polpa di granchio Successivo Pasta crema di piselli e speck, con yogurt e cipolla croccante