Baccalà mantecato e scarola con olive e pinoli

20171217_035741ccg Baccalà mantecato e scarola con olive e pinoli Antipasti Feste & Ricorrenze Finger Food Natale & Capodanno  scarole scarola ripassata scarola olive natale finger food cucina con giò baccalà mantecato baccalà antipasti
Baccalà mantecato e scarola con olive e pinoli

Baccalà mantecato e scarola con olive e pinoli

Un classico delle feste di Natale è sicuramente il baccalà. Io lo adoro in ogni modo, ma se cercate delle ricette diverse dai classici e volete proporlo (anche) in versione finger food per i vostri antipasti, eccovi un’idea alternativa da provare: baccalà mantecato e scarola con olive e pinoli. Il baccalà mantecato è un’ottima soluzione per i bicchierini da finger, arricchito poi con la scarola ripassata, le olive ed i pinoli tostati acquista un sapore decisamente piacevole e ricco. Provatelo e sono certo che non ve ne pentirete!

 

Ingredienti

  • un pezzo medio di baccalà ammollato
  • un bicchiere di latte
  • burro q.b.
  • qualche foglia di scarola riccia
  • una manciata di pinoli
  • qualche oliva (una per ogni bicchierino)
  • olio evo q.b.
  • aglio q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  1. Tagliate a pezzi il baccalà, adagiatelo in un tegame coprendolo con acqua fredda e con un bicchiere di latte. Portate a ebollizione e cuocete per almeno 20 minuti.
  2. Scolatelo, eliminate eventuali lische, regolate di sale e mescolate con un cucchiaio di legno energicamente, aggiungendo l’aglio e l’olio a filo fino ad ottenere una crema omogenea (potete tenere da parte l’acqua di cottura del pesce ed eventualmente aggiungerne qualche cucchiaio se necessario).
  3. Sbollentate la scarola un paio di minuti in abbondante acqua salata, scolate e raffreddatela in acqua con ghiaccio. Ripassatela quindi qualche minuto in padella con olio caldo e uno spicchio d’aglio in camicia.
  4. A parte, tostate i pinoli in una padella calda senza aggiunta di grassi.
  5. Denocciolate le olive.
  6. Componete i bicchierini con due o tre cucchiaini di baccalà mantecato, una forchettata di scarola, l’oliva e qualche pinolo.

 

La Betta consiglia: champagne Marie Noelle Ledru

 

Precedente Cozze alla marinara di Carlo Cracco Successivo Finger food pera, miele, gorgonzola e noci